Oggi vi porterò in un trekking meraviglioso a due passi dalla Città di Olbia.

Punta Sa Turritta è un luogo speciale, per me ha sempre avuto un fascino senza tempo, forse perché è uno di quei luoghi con cui condividi una crescita, su cui fissi gli occhi tutti i giorni e speri prima o poi di salirci su!

Non esistono ancora trekking segnati in maniera ufficiale, diciamo che ognuno sceglie un percorso adatto alle proprie capacità e possibilità. Io sono voluta partire dal villaggio di Osseddu, denominato anche Olbia 2, raggiungibile dalla zona industriale. Arrivati al piccolo villaggio, sorpassata la pietra con il nome, dovete percorrere la strada restando sulla destra e successivamente, vi troverete sempre sulla destra l’inizio di una stradina bianca. Percorrendola tutta e arrivando nei pressi del monte, c’è un piccolo parcheggio dove è possibile lasciare l’auto, vicino ad alcuni massi abbastanza grandi. Da lì è possibile iniziare il trekking seguendo il letto di un piccolo fiumiciattolo. Non c’è un sentiero pulito da percorrere, quindi bisogna farsi strada tra la macchia mediterranea e il granito.

Quando si incomincia a salire, lo scenario diventa meraviglioso, il tutto è immerso nel silenzio, tra rocce modellate che creano personaggi e panorami mozzafiato. Raggiungere la punta di circa 400 mt, è abbastanza impegnativo, nel senso che bisogna decisamente arrampicarsi sul granito, se si vuole raggiungere il culmine e avere una visione a 360°.
Se risiede nelle vostre possibilità, è una piccola fatica che vi consiglio, vale veramente la pena ammirare dall’alto  tutto il Golfo di Olbia, Golfo Aranci e Capo Figari, la vallata di Rudalza, Marinella e per finire la spettacolare Isola di Tavolara sullo sfondo.

VIAGGIO PARALLELO