Una delle meraviglie più affascinanti che troviamo in Gallura, sono sicuramente le Torri Granitiche che abbracciano il piccolo paesino di San Pantaleo, situato in un territorio che toglie il fiato per la sua bellezza.

C’è un trekking interessante che parte proprio vicino al paese, facilmente raggiungibile in macchina anche se risulta una strada sterrata. Dalla via principale di San Pantaleo (strada provinciale .73), bisogna prendere Via Pompei, proseguite fino al secondo bivio sulla sinistra e andate sempre dritti, costeggiando le Torri. Arriverete allo stazzo Manzoni, in cui c’è uno spazio per parcheggiare e da dove parte il trekking.
Al momento non ci sono più indicazioni e cartelli, ma è abbastanza semplice trovare la stradina di innesto che rimane proprio davanti allo stazzo.

In un attimo, poco dopo i primi passi, ci si immerge subito dentro una natura incontaminata, attraversando le varie piante di cisto, lavanda, rosmarino, ginepri e corbezzoli. Ma il vero spettacolo si ha alzando gli occhi al cielo, perchè ad accompagnarvi per tutto il sentiero, ci saranno le splendide conformazioni rocciose come, Punta Sant’Andrea, Punta Pelchia Manna, Punta Muvrone e Punta Balbacanu.

Il trekking ha un sentiero abbastanza riconoscibile e battuto, anche se poco segnalato. Se si vuole arrivare fino allo Stazzo Li Pinnitteddi ha una lunghezza di circa 8/9 km, ma i primi 5 km sono facilmente percorribili da chiunque facendo semplicemente una passeggiata e permette di arrivare in un punto dove sostare, da cui ammirare tutta la valle fino al mare.

Poco dopo invece ci si inoltra in un bosco ombroso, da lì inizia un po’ di dislivello e vari tratti più impegnativi che passano per alcune pietraie e un piccolo amabile ruscello. Io consiglio vivamente di arrivare allo stazzo, ne vale davvero la pena, perché in quel luogo si può godere di un piccolo paradiso incontaminato immerso nella natura, dove poter ammirare queste conformazioni granitiche di imponente bellezza, cullati dal silenzio.

VIAGGIO PARALLELO