Vicino al piccolo paese di Pula, a circa una 30ina di km da Cagliari, c’è un fiume navigabile molto interessante, il Riu Pula.

La sua foce è raggiungibile abbastanza facilmente dalla spiaggia di Su Stangioni Foxi Lino, c’è una strada che porta ai bordi proprio lì vicino, o più semplicemente quando le condizioni lo permettono si entra dal mare proprio davanti alla splendida Isola di San Macario.

Il fiume è navigabile per circa 1 km, io l’ho percorso in una serata quasi al tramonto e le impressioni che mi ha donato, sono state indescrivibili. Ero in giro per un’escursione nella zona, quando ho visto l’entrata proprio a pochi passi dalla spiaggia, così ho tirato il kayak di qualche metro e la sensazione di essere entrata dal mare è stata curiosa, la sua particolarità?  La magia di lasciare un elemento mobile come il mare e addentrarsi nelle acque tranquille del fiume, in un cambio di rotta speciale.

Navigarlo mi ha regalato splendide emozioni, è stato come se potessi sfiorare la pace sopra uno specchio. I colori creavano dei contrasti variopinti meravigliosi,  donando ai canneti quella tipica colorazione palustre tra il giallo e il verde, casa ideale per gli uccelli del luogo. Inoltre nel silenzio ho potuto osservare una rigogliosa varietà di libellule che si libravano in volo sulla superficie, giocando a sfiorare l’acqua. E infine nell’ultimo tratto, ho incontrato le carpe, che tranquille mi hanno permesso di arrivare così vicina da fotografarle e quasi toccarle, uno spettacolo!
Il ritorno al mare è stato sublime, ho alzato gli occhi al cielo per guardare quella luna che complice mi accompagnava di nuovo alla spiaggia, lì al confine tra il dolce e il salato, per regalarmi un’ultima immagine, ferma in una pausa, l’Isola di San Macario, a chiudere il cerchio dentro un quadro di bellezza infinita.

VIAGGIO PARALLELO