Passeggiata in bici tra vigne e uliveti

Oggi vicino a Serdiana, ho scoperto un piccolo stagno quello di Su Stani Saliu, così a bordo della mia mountain bike sono partita alla ricerca di questo piccolo bacino, è bellissimo prendere la bici per esplorare un luogo, ti si riempiono i polmoni d’aria e gli occhi di colori, l’autunno spesso regala dei paesaggi meravigliosi. Ho percorso circa una 15 di km tra vigne e uliveti… in ogni strada regnava il silenzio e il canto degli uccelli, arrivata allo stagno ho avuto la sensazione di trovare un luogo di pace, c’erano alcuni fenicotteri al centro e l’acqua rispecchiava per filo e per segno tutti i colori dei campi intorno. Ho avuto la possibilità di entrare in bici proprio sul bordo dello stagno che per parecchi metri in questo periodo a causa delle scarse piogge sicuramente si è ritirato. E’ particolare pedalare in un misto di fango e sabbia, sembra di essere sopra un deserto e nel silenzio la cosa più bella è riuscire ad ammirare la natura che incurante della tua presenza, continua a fare il suo corso.
Da lì, ho proseguito per le tante stradine campagnole e sono arrivata alla Chiesa di Santa Maria Sibiola, spettacolare! Anche qui regnava la pace… mi ha colpito molto la strana scaletta esterna che risulta in un lato della Chiesa, sembrava quasi una scala diretta al cielo! Ed infine le solite particolarità che mi piace sottolineare… ho visto varie piante di rose, situate proprio accanto alle vigne, messe lì per chissà quale motivo, ma splendenti nella loro fioritura di dicembre…

VIAGGIO PARALLELO

error: I contenuti sono protetti da Copyright!